Regione Veneto

Corte Giona Carli Trambellarè

(oggi proprietà Isolan)

A Oppeano, contrada Trambellarè in via Franchine, 8
 
Nel secolo XVI la Corte Trambellarè apparteneva alla famiglia Giona; in seguito venne acquistata dai Carli ed entrò a far parte del vasto possedimento terriero che costoro avevano accumulato tra il Piganzolo ed il Bussè a nord-ovest di Oppeano. Nel 1813 l'allora “casa da massaro” era intestata ad Alessandro Carli e quando, tra il 1813 ed il 1820, il suo patrimonio si smembrò, essa venne acquistata dai Roi.
Nel 1849 Carlo Roi di Pellegrino, era proprietario della corte Trambellarè con annessi 161 campi; 16 anni dopo, nel 1865, la casa passò alla famiglia Faccini.
Il disegno del Bighignato del 1711 rappresenta la corte Trambellarè quasi simili a quelle odierne; un recinto di mura quadrato racchiude quattro edifici: due case di abitazione e due rusticali. La casa padronale di pianta quadrata, frutto della fusione dei due corpi visibili nella cartografia settecentesca, è formata dal seminterrato, dal piano nobile e dal sottotetto. Il piano residenziale, che ha portali e finestre ornati da profili in pietra di forme classicheggianti, è accessibile da doppie rampe di scale esterne sui lati est e sud. Attualmente è in grave stato di abbandono.
 
 
Fonte: Remo Scola Gagliardi, Le corti rurali tra Adige e Menago dal XV al XIX secolo, Grafiche Fiorini, Verona 1991.













  

torna all'inizio del contenuto