Comune di Oppeano

PI, Piano degli Interventi, fissa i criteri per la nuova pianificazione di Oppeano

Pubblicata il 16/02/2018

A inizio 2017 il Consiglio comunale aveva proceduto ad illustrare il Documento del Sindaco, documento propedeutico al redigendo Piano degli Interventi comunale.
In base infatti alla vigente legislazione urbanistica della Regione Veneto, la pianificazione urbanistica comunale si articola in due fasi: PAT, Piano di Assetto del Territorio e Pi, Piano degli Interventi, o Piano del Sindaco.
Questo ultimo ha validità indicativa 5 anni e fissa i criteri della nuova pianificazione comunale, evidenziando le trasformazioni urbanistiche e la regolamentazione edilizia per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Amministrazione. Si ricorda che alla stesura del PAT hanno collaborato Comune e Regione Veneto; il PRG – Piano Regolatore generale ha invece assunto le prerogative del PI per le parti non in contrasto con PAT.
Dopo che, tra ottobre e inizio novembre 2017, erano stati organizzati in ciascuna frazione gli incontri illustrativi del PI, per informare i cittadini e i portatori d’interesse, ora l’Amministrazione può procedere a definire le scelte di trasformazione del territorio. In particolare le finalità del PI sono: promuovere e realizzare uno sviluppo sostenibile e durevole tutelare le identità storico-culturali e la qualità degli insediamenti attraverso il recupero; salvaguardare centri storici e paesaggio e prevenire i dissesto idrogeologico nel rispetto del PAT.
Nel PI vengono individuate nuove aree di espansione, recupero, riqualificazione, nuove aree di completamento residenziale e/o produttivo, volumi in centro storico o corti rurali, aree e servizi privati, cambi di destinazione d’uso, ampliamento delle attività fuori zona.


Facebook Google+ Twitter