Regione Veneto

Il Consiglio comunale ha approvato uno schema d’intesa con l’Istituto Comprensivo di Oppeano-Isola Rizza per l’utilizzo di una sala polifunzionale con 210 posti a sedere

Pubblicata il 17/04/2019

Verrà realizzata nella nuova scuola dell’infanzia di Oppeano in località Le Fratte; in corso la gara per l’affidamento dei lavori
 
In un’ottica di collaborazione con le scuole del territorio, il Consiglio comunale di aprile ha approvato un Protocollo d’Intesa con l’Istituto Comprensivo di Oppeano-Isola Rizza per l’utilizzo congiunto della sala polifunzionale che viene prevista, come da progetto, all’interno della nuova scuola per l’infanzia di Oppeano.
Il nuovo polo scolastico per i bambini dai 3 ai 6 anni sorgerà in località Le Fratte ed ha un costo complessivo di 2.704.999,31 euro, al quale contribuiscono la Regione del Veneto con  550.000,00 euro, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per 1.853.327,83 euro e la Fondazione Cariverona per 150.000,00 euro. La rimanenza di 151.671,48 euro viene coperta con fondi propri del Comune. Il progetto definitivo-esecutivo è già stato approvato a il Comune è in fase d’espletamento della gara, che si concluderà a breve, per affidare i lavori.
Il progetto della scuola per l’infanzia prevede, oltre alle aule didattiche e i servizi, la suddetta sala polifunzionale dotata di 210 posti a sedere e dotata di accesso indipendente.
Dato che la vicina scuola primaria di Oppeano (che ha sede in via Roma) non dispone allo stato di uno spazio idoneo ad attività didattico-formative o per riunioni con i genitori, nonni, educatori e il personale della scuola, il Comune e l’Istituto Comprensivo hanno adottato lo schema d’intesa per l’utilizzo congiunto della sala.
Compatibilmente con la preminente attività didattica della scuola materna alla quale la sala polifunzionale è dedicata (quindi eventi interni o riunioni con genitori, parenti, educatori.. e personale scolastico), essa consentirà quindi alla comunità di fruire di uno spazio d’incontro dedicato, ad esempio per riunioni pubbliche, ma anche per incontri sportivi o culturali. Un segno di buona collaborazione tra istituzioni che certamente andrà a vantaggio di tutti.


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto