Regione Veneto

Città di Oppeano
Portale Istituzionale

Seguici su

Approvato il Peba - Piano per l’Eliminazione della Barriere Architettoniche con voto unanime del Consiglio comunale

Pubblicata il 24/11/2021

Saranno resi accessibili parchi, edifici pubblici, scuole… in un’ottica di sensibilità verso le fasce deboli di popolazione
 
Il Comune di Oppeano ha approvato, con voto unanime, in seduta consiliare nel mese di novembre, il Piano per l’Eliminazione della Barriere Architettoniche (P.E.B.A.), ai sensi della L.R. n. 16/2007 e così come previsto dalla D.G.R.V. n. 841 del 31.03.2009. In sostanza grazie al Peba saranno accessibili sia per chi usa le sedie a rotelle che i passeggini i luoghi pubblici o aperti al pubblico e soprattutto i marciapiedi e i passaggi pedonali.
Il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche di Oppeano è uno strumento urbanistico fondamentale, con profilo decennale, per rendere accessibili i servizi pubblici ed essenziali anche alle persone costrette ad usare sedie a rotelle, ma anche per passeggini e carrozzine dei bambini. Nel piano sono inseriti i punti da modificare, ad esempio nei giardini e parchi pubblici o agli ingressi delle scuole materne: si tratta di una programmazione a medio-lunga previsione che dà anche un chiaro segnale di sensibilità verso le tematiche dei diversamente abili e a favore delle fasce deboli di popolazione. Il costo dell’incarico al professionista viene coperto in gran parte con contributo della Regione Veneto.
“Sottolineo che sono stati presi in esame i percorsi utilizzati normalmente dalla cittadinanza per accedere ai servizi essenziali e con analisi dettagliate di ciascun tratto stradale nei centri abitati è stato fotografato lo stato di fatto. La situazione generale è abbastanza buona, grazie ai nuovi camminamenti che sono stati costruiti negli ultimi anni – spiega l’assessore delegato Luca Faustini, che ha seguito la stesura del Peba;- Nel Piano vengono principalmente indicate le variazioni delle pendenze e dei livelli dei marciapiedi più obsoleti e che devono essere adeguati”.
"Con interventi dettagliati in sostanza si delinea il futuro urbanistico del capoluogo e delle frazioni, che saranno adeguati alle persone con disabilità e non solo, migliorando ottimamente la qualità della vita delle fasce più deboli della popolazione residente", aggiunge il Sindaco Pierluigi Giaretta.


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto