Regione Veneto

Definizioni

a) Il livello di pressione sonora (SPL) o livello sonoro Lp è una misura logaritmica della pressione sonora efficace di un'onda meccanica (sonora) rispetto ad una sorgente sonora di riferimento. Viene misurata in decibel (simbolo dB):



dove p0 è la pressione sonora di riferimento (è circa la soglia uditiva a 1000 Hz) e p è il valore efficace della pressione sonora che si vuole misurare. La pressione di riferimento più comunemente utilizzata (in aria) è P0=20 µP.

b) livello equivalente di pressione sonora ponderato "A": Consente di esprimere un giudizio sulle potenzialità nocive o disturbanti di un rumore perché ne considera l'apporto energetico durante la sua durata. 
Il termine di ponderazione approssima la risposta in frequenza dell'udito. Essendo infatti il nostro apparato uditivo diversamente sensibile a suoni caratterizzati da una differente composizione in frequenza, viene utilizzato convenzionalmente questo filtro che simula tale risposta. La scelta di questo indicatore, oltre ad essere espressamente indicato dalle normative di riferimento, dipende dal fatto che esso tiene conto del contenuto energetico totale del rumore, nel tempo di misura scelto. Il livello equivalente può essere visto come quel livello di pressione sonora costante contenente la stessa energia del segnale di rumore variabile prodotto nello stesso intervallo di tempo dalla sorgente in esame; l'unità di misura del LAeq è il dB(A). La relazione che esprime il livello equivalente in funzione della potenza sonora è la seguente:

c) Valori limite di emissione
Livello continuo equivalente di pressione sonora ponderato "A" dovuto alla specifica sorgente, da riferire all'intero periodo di riferimento (diurno e/o notturno)

d) Valori limite di immissione
Livello continuo equivalente di pressione sonora ponderato "A" dovuto alla totalità delle sorgenti di rumore presenti nel punto di misura, da riferire all'intero periodo di riferimento (diurno e/o notturno) 

e) Tempo di riferimento Tr: è il parametro che rappresenta la collocazione del fenomeno acustico nelle 24 ore.
Il periodo diurno è di norma quello relativo all'intervallo 6:00 – 22:00, il periodo notturno è relativo all'intervallo 22:00- 6:00.

Ulteriori informazioni sul rumore, la normativa, i sistemi di controllo al seguente indirizzo web:
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agenti-fisici/rumore

torna all'inizio del contenuto